Fluido on maggio 22nd, 2017

Nel periodo tardo primaverile, nei campi attorno a casa, mi capitava di ricercare un quadrifoglio, che pare portasse fortuna a colui lo trovasse. Immancabilmente da lì a qualcuno minuto arrivava mio cugino che lo trovava al primo sguardo, in mezzo a centinai di trifogli. Così mosso a compassione me ne regalò uno appena raccolto. Io che non ero certo un grande studioso lo misi tra le pagine di un libro, sperando nella virtù “fortunata” della piantina. In realtà la mia vita non ricorda nessun episodio di nota legato a questa prerogativa, ma a distanze di anni il quadrifoglio resta un simbolo di tanti anni fa. E così, mentre corro l’abbot’s mi viene ricordato dagli organizzatori che esiste anche la QUT, e bene due giorni dopo la via degli Abati , mi prenoto anche questa corsa. Continua »

Ad un runner è piaciuto questo articolo.

Visite:1024
Fluido on maggio 15th, 2017

Ricordo quando al risveglio sentivo il profumo di ragù. Il borbottio della pentola, papà che nell’orto usava la motozappa incurante se qualcuno in casa ancora dormisse o meno. I rintocchi delle campane, il glicine al di là della finestra. La nonna che ascoltava la messa del Papa su RAI 1, il nonno a pulire l’aia.
L’aria che si respirava in cortile leggera, non ricordo temporali o piogge torrenziali. Il prendere la bici uscire dalla cascina e incontrare gli amici su strade semi deserte. Tutti assieme andare in paese. A messa ci andavo due volte si e 5 no, ma la piazza, quella vecchia, con una rotonda improbabile, con al centro il palo della luce che di notte ne illuminava sino ai contorni chiusi dai negozi che una volta erano il centro del paese.
Lì a mezzogiorno, famiglie uscivano dalla chiesa, la mamma che allungava il passo, chissà che magari in forno avesse lasciato le lasagne, oppure doveva mettere l’acqua a bollire per la pasta. E poi magari nel pomeriggio sulle 500 o 127 andare al lago, su strade che oggi sono comunali e che allora erano al limite di statali. Code per il rientro, ma era una giornata di festa. Continua »

A 3 runner piace questo articolo.

Visite:924
Enzina on maggio 9th, 2017

E questa volta scrivo io! Me l’ha chiesto un amico e io ci provo….
Motty, dove tutto è iniziato.
Curi la data da molto, anzi appena compare sul sito già inizi a sognare…..chissà se quest’anno si ritorna.
Deve capitare nella settimana che sei libera e così aspetti, aspetti perché tutto si incastri, aspetti che passino le ferie, il Natale e siiiiiiiiiiiii! La data è quella giusta, può andare!
Certo ci sono gli strascichi della maratona di Verona, oramai ci convivo, ma l’ortopedico è quel medico che ti blocca e non si ascolta e così si va avanti tra alti e bassi.
Ci speri in quel 7 maggio, ma non è semplice, certo potrei andare da sola ma non voglio, soprattutto qui, il mio primo trail e resti in attesa…..
Arriva la settimana della gara, oramai non ci speri più. Anche Ciaci è libero questa domenica, ma penso al sabato sera e se confermiamo la nostra presenza alla serata Latina. Ciaci mi risponde con un vediamo. Boh! Non è poi così strana questa risposta tanto che passa quasi inosservata alla mia attenzione, si decide spesso senza fare troppi programmi. Poi mercoledì mi arriva un messaggio: “ci iscriviamo al Mottyno” ed io: ” Veramente?” Non ci posso credere! Felicità alle stelle! Continua »

A 5 runner piace questo articolo.

Visite:492
Fluido on maggio 2nd, 2017

Ci sono gara che fanno la storia del trail, altre che fanno la storia della propria vita sportiva, e altre che sposano egregiamente entrambe le cose, ed è forse proprio questo che mi ha spinto ad esserci per la 7° volta al via. Continua »

A 2 runner piace questo articolo.

Visite:752
Fluido on aprile 27th, 2017

Dopo anni torno sul Gargano, sbiaditi ricordi di una vacanza di 20 anni fa, questa volta però non a Vieste, ma a Mattinata, un tranquillo paese con una vasta area di ulivi a far da cuscino verso lo splendido mare. Il calore della gente del posto lo percepisco sin dal primo caffè sorseggiato nella gelateria del paese in attesa che Michele Piemontese (organizzatore) venga a recuperarmi per portarmi nel residence dove alloggerò per 4 unici e magnifici giorni. Continua »

A 8 runner piace questo articolo.

Visite:2424
Fluido on aprile 19th, 2017

Ho volutamente fatto passare giorni dall’evento. Tante idee e molto confuse per riuscire a raccontare questa avventura e, anche ora che ne ho poche, non sono neppure nitide.
E’ sempre una gara dura, il presagio del primo forte caldo dell’anno da subire in gara. La consapevolezza e la serenità di non essere in forma o meglio preparato per fare 75 km e 4300mt d+. Continua »

A 2 runner piace questo articolo.

Visite:342
Fluido on aprile 3rd, 2017

Sono le 19 di sabato sera: Agrate Brianza solito posto di ritrovo per trasferte. La premiata ditta D e D (Davide e Davide) a farmi da compagnia per il viaggio verso Loano, in loco a preparare il giaciglio in palestra Max e Ivano con relative compagne. Continua »

A 7 runner piace questo articolo.

Visite:778
Fluido on marzo 20th, 2017

La vita è strana, per 47 anni non sono mai stato a Positano e poi ci vado 2 volte in 3 mesi. In entrambe le volte l’ospitalità degli abitanti del luogo è una fiamma che riscalda il cuore. In entrambe le volte sono stato coccolato e viziato alla grande. Essere lì per una gara è un pretesto per condividere momenti di leggerezza con gli amici. Continua »

A 3 runner piace questo articolo.

Visite:496
Ciaci on marzo 9th, 2017

Tanti sono gli Euro raccolti al Tadda in favore delle popolazione del centro Italia.
Quando ci è stato prospettato di raccogliere fondi per questa bella causa, abbiamo subito accettato.
Dopo tanti edizioni di “fiume” non ci aspettavamo una grande partecipazione, ci sarebbe bastata la sempre meravigliosa compagnia. E invece eravamo in 50 a correre, una edizione record! Continua »

A 4 runner piace questo articolo.

Visite:576
Fluido on febbraio 4th, 2017

Non mi dilungo molto sull’aspetto organizzativo e logistico del TA. Il giro è il solito per chi in questi anni è stato dei nostri. 29 km lungo l’Adda. Dapprima ambiente selvaggio, poi un po’ più “umano”. Scorci assolutamente naturalistici uniti a scorci storici. Al 20° km circa ristoro con possibilità di rientro per i più stanchi. Continua »

A 9 runner piace questo articolo.

Visite:3840