Anni di cene e preparativi, ma sempre lì ad assaporare ogni momento della sera. Il lento arrivare degli amici, le prime voci che diffondono nell’aria. L’aiuto concreto nel preparare i tavoli e le panche, mentre le donne come formichine laboriose si organizzano in cucina con i primi piatti da loro preparati.

Tutto è pronto basta solo sedersi, ma le persone sono più attente nel pr che nel pensare alla cena. In forma self service ognuno si prepara il proprio piatto. Nel frattempo si accende il fuoco sotto le piastre. La prima verdura viene scottata, in attesa di mettere a cuocere costine, salamelle e tomini. Dopo il primo buffet, richiamo l’attenzione su un video che verrà da li a poco proiettato. Riguarda il Mato Grosso in Perù, ma la testimonianza diretta ci viene data dal presente padre Battista da 27 anni in Ecuador, nonostante abbia solo 47 anni. Un bagno di umiltà e consapevolezza da parte di tutti noi e poi la donazione, frutto non di nostre privazioni ma di divertimento! L’augurio sarebbe di aggiungere un piccola cifra a quella già versata, così da fare cifra tonda. Ci spero e alla fine il gran cuore dei presenti ci fa raggiungere questo piccolo obiettivo. Di nuovo a tavola, per il secondo di grigliata e poi i dolci a Buffet.
E la serata volge al termine, coi volti degli intervenuti sorridenti e soddisfatti.
Questa la mia piccola vittoria e a tutti gli amici che hanno fattivamente collaborato per l’ottima riuscita della serata c’è il mio più grande grazie…

Ad un runner è piaciuto questo articolo.

Visite:260

Lascia un commento